Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Migliaia di persone hanno partecipato questo pomeriggio alla manifestazione di solidarietà con il Tibet organizzata nel centro storico di Zurigo. Con un discorso di una cinquantina di minuti, il Dalai Lama ha parlato per la pima volta direttamente alla popolazione.
Finora in Europa era successo solo una volta, due anni or sono a Berlino, davanti alla porta di Brandeburgo, ha detto all'ATS Migmar Raith, portavoce della società Amicizia Svizzera-Tibet (GSTF).
La riunione zurighese, durata diverse ore, si è svolta presso il Münsterhof, all'insegna di "Svizzera per il Tibet. Tibet per il mondo". Vi hanno partecipato diversi esponenti del mondo artistico elvetico. Fra di loro The Young Gods, Endo Anaconda e Kutti MC. Erano presenti pure i consiglieri nazionali zurighesi Doris Fiala (PLR) e Mario Fehr (PS).
Nel suo discorso, durato circa il doppio del previsto, il capo spirituale dei tibetani ha ringraziato "i fratelli e le sorelle" per la loro simpatia e il loro interesse per la questione tibetana. Non si tratta - ha sottolineato - di sapere se si è per o contro il Tibet: "è molto più una questione di giustizia".
Il governo cinese tende piuttosto a negare i problemi esistenti in Tibet. Il Dalai lama ha quindi chiesto al pubblico di recarsi a vedere personalmente la situazione nel montano paese asiatico.

SDA-ATS