Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Philando Castile, l'afroamericano ucciso in auto da un agente bianco durante un controllo in Minnesota, era stato fermato in precedenza almeno 52 volte e multato per infrazioni minori (foto d'archivio).

KEYSTONE/EPA/ERIK S. LESSER

(sda-ats)

Philando Castile, l'afroamericano ucciso in auto da un agente bianco durante un controllo a St. Paul, Minnesota, era stato fermato in precedenza almeno 52 volte in zona e multato per infrazioni minori.

Queste comprendono eccesso di velocità, guida senza marmitta o senza cintura di sicurezza.

In totale aveva collezionato almeno 6.588 dollari di ammende, anche se 86 violazioni erano state archiviate. Lo scrive l'Ap, citando documenti giudiziari e chiedendosi se Castile era un guidatore indisciplinato, sfortunato o preso di mira da poliziotti con pregiudizi contro i neri, come sostengono i suoi famigliari.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS