Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La città di Berna ha reso noto che saranno necessari 7'500 franchi per riparare i danni provocati dai tifosi dell'Hockey Club Lugano durante la trasferta intrapresa per seguire la propria squadra nella capitale sabato scorso.

La fattura è stata direttamente recapitata alla società bianconera, secondo informazioni raccolte dall'ats.

I fan dell'HCL si erano resi protagonisti in particolare di atti vandalici contro un bus, danneggiandone diversi vetri e imbrattandone l'interno. I disordini erano poi proseguiti nei pressi della pista, davanti alla quale un tifoso ticinese era rimasto ferito dallo scoppio di un petardo.

Reto Nause, direttore della sicurezza della città, ha confermato che è stato chiesto all'HCL di coprire i costi necessari per la riparazione del bus. Alla società è stato inoltre domandato come intende gestire le future trasferte dei propri sostenitori nella capitale.

Nel caso in cui l'HCL non dovesse fornire risposte soddisfacenti, la città di Berna minaccia di costringere il Lugano a seguire le misure proposte dal concordato sugli hooligans: esso impone alla società ospite l'organizzazione in prima persona delle trasferte ritenute ad alto rischio. A chi non effettuerà il viaggio con i mezzi di trasporto messi a disposizione dal club, verrà negato l'ingresso al settore ospiti della pista.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS