DOHA - Sul Darfur il governo del Sudan ha raggiunto un accordo-quadro di pace con il movimento ribelle minoritario del Mlj (Movimento di liberazione per la giustizia) tre settimane dopo quello raggiunto con quello principale del Jem (Movimento per la giustizia e la legalità). Lo ha annuncia un ministro sudanese da Khartoum, precisando che l'accordo sarà firmato domani a Doha, in Qatar, dal vicepresidente sudanese, Ali Osman Taha. L'Mlj è nato recentemente dalla fusione di cinque gruppi ribelli minoritari del Darfur.
L'accordo con il Jem prevedeva un cessate il fuoco e la firma di un accordo definitivo di pace entro il 15 marzo, data che è però trascorsa senza che per ora sia accaduto nulla.
Ma tuttora c'é un importante gruppo ribelle, l'Esercito di liberazione del Sudan di Abdelwahid Nur (Sla-Abndelwahid), che rifiuta la pace con il governo del presidente Omar Hassan al-Bashir, ricercato dalla Corte penale internazionale (Cpi) dell'Aja per crimini di guerra nel Darfur.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.