Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il segretario di Stato Usa, John Kerry, ha ammesso in un'intervista alla Bild che il Datagate ha creato tensioni nelle relazioni fra Stati Uniti e Germania, ma ha ammonito a non compromettere l'accordo commerciale Usa-Ue.

Secondo Kerry, le rivelazioni della 'talpa' del Datagate, Edward Snowden, grazie alle quali è emerso che anche il cellulare della cancelliere Angela Merkel è stato controllato per oltre dieci anni, hanno in effetti danneggiato le relazioni bilaterali. "Senza dubbio questa situazione ha portato a tensioni nel nostro rapporto con la Germania e i tedeschi", ha detto alla Bild.

Tuttavia, ha aggiunto, temi come l'accordo transatlantico per il libero scambio o l'atteggiamento verso la Siria e l'Iran sono "troppo importanti per non andare avanti assieme".

"Come la cancelliera Merkel ha messo in chiaro, sarebbe infelice se le accuse, indipendentemente dalla loro importanza - ci distogliessero da tanti critici e importanti obbiettivi comuni", ha sottolineato Kerry alla Bild.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS