La capacità della National Security Agency di spiare grandi quantità di traffico su Internet negli Stati Uniti si deve alla "straordinaria e pluridecennale partnership con una sola azienda: il gigante delle telecomunicazioni AT&T". Lo rivela il New York Times.

Il giornale cita documenti secondo cui AT&T, dal 2003 al 2013, ha fornito alla Nsa l'accesso a "miliardi di e-mail attraverso le proprie reti e offerto assistenza tecnica tecnica per spiare le comunicazioni via internet della sede dell'Onu, sua cliente".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.