Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il Partito popolare democratico svizzero non vuole, almeno per ora, una commissione parlamentare di inchiesta (CPI) che faccia luce sulla trasmissione agli Stati Uniti di dati di clienti americani di UBS.
Il gruppo parlamentare che riunisce PPD, evangelici ed eco-liberali - riunito per due giorni a Bad Zurzach, in Argovia - è giunto alla conclusione che prima di compiere questo passo bisogna sfruttare tutte le altre possibilità di indagine.
Il partito vuole quindi attendere che il caso venga esaminato dalle commissioni della gestione del parlamento, che sono state invitate a presentare un rapporto intermedio entro la prossima sessione primaverile delle Camere. Solo se il loro lavoro non permetterà di rispondere ai quesiti ancora irrisolti, chiederemo la costituzione di una CPI, afferma il gruppo PPD in un comunicato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS