Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - La società di pubbliche relazioni Farner PR, il comitato internazionale olimpico (CIO) e l'industria farmaceutica Roche sono le organizzazioni con sede in Svizzera nominate quest'anno per il "Public Eye Swiss Award": l'oscar della vergogna sarà attribuito a fine gennaio da "Public Eye on Davos", riunione intesa come contro-vertice del Forum economico mondiale (WEF).
Farner PR ha usato "metodi degni della guerra fredda" nell'ambito della votazione sull'esportazione di materiale bellico, cercando di infiltrare il Gruppo per una Svizzera senza esercito, spiegano la Dichiariazione di Berna (DB) e la sezione elvetica di Greenpece in un comunicato odierno. Roche è finita sotto i riflettori per la vendita di medicinali per trapianti in Cina, paese che ricorre agli organi dei condannati a morte, mentre il CIO viene criticato per aver attribuito i giochi olimpici invernali 2010 a Vancouver, accogliendo un progetto che prevede lo spostamento di popolazioni e la costruzione di infrastrutture in luoghi finora preservati.
"Public Eye" attribuirà anche un "Global Award", destinato a un'azienda estera. In lizza vi sono la multinazionale siderurgica "Arcelor Mittal", che qualche anno fa ha acquistato il produttore di cacciaio Iscor in Sudafrica ma che - secondo DB e Greenpeace - non si assume le relative responsabilità sociali e ambientali; il gruppo energetico francese GDF Suez, per la sua partecipazione nella costruzione di due dighe sul fiume Madeira, in Brasile, che comporta danni ambientali e spostamenti di popolazioni; l'istituto canadese Royal Bank of Canada (RBC), per il finanziamento dello sfruttamento di petrolio dalle sabbie bituminose in Alberta.
Su internet (www.publiceye.ch) è inoltre possibile votare fino al 26 gennaio una delle sei società nominate, cui sarà poi attribuito il "People's Award", il riconoscimento del popolo. Quest'anno per la prima volta verrà attribuito anche un "Greenwash Award", destinato a chi vuole darsi una improbabile patina sociale ed ecologica: la giuria sceglierà fra Promozione salute Svizzera, Tavola rotonda per una soja responsabile e il mandato dell'ONU sull'acqua.
I vincitori dei premi saranno resi noti il 27 gennaio a Davos. Ospiti principali della giornata saranno l'americano Joseph E. Stiglitz, premio nobel dell'economia, e il tedesco Jürgen Trittin, ex ministro dell'ambiente. La parte più ricreativa dell'incontro, presentato dall'attrice Julia Jentsch, sarà garantito dal musicista Carlos Léal, dal rapper Greis e dall'umorista Patrick Frey.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS