Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - Trarre insegnamenti dalla crisi economica e finanziaria per evitare che un evento simile non si ripeta: è la sfida dell'edizione 2010 del Forum economico mondiale (WEF), in programma dal 27 al 31 gennaio a Davos (GR).
"Dobbiamo ripensare i nostri valori", ha spiegato il fondatore del WEF, Klaus Schwab, nella conferenza stampa di presentazione a Cologny (GE). Occorre rivedere non solo l'agenda internazionale, ma anche le istituzioni, ha aggiunto Schwab, che ritiene insufficiente l'attuale sistema di cooperazione globale.
La 40esima edizione del forum è all'insegna del motto "Improve the State of the World: Rethink, Redesign, Rebuild" (Migliorare lo stato del pianeta: ripensare, ridesegnare , ricostruire). Ma il terremoto ad Haiti ha portato drammaticamente in primo piano anche una tragedia non prevista. A questo proposito Schwab ha detto di sperare la comunità mondiale potrà presentare a Davos uno sforzo comune per far fronte alla situazione.
Al convegno parteciperanno 2500 personalità della politica e dell'economia, fra cui 30 capi di stato e di governo e oltre 60 ministri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS