Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nell' indebitato comune turistico grigionese di Davos si torna a parlare dell'imposta sugli immobili. Il parlamento comunale, composto di 17 persone, ha approvato oggi il nuovo prelievo all'unanimità con solo un'astensione, da parte del rappresentante dei Verdi liberali. Nelle casse comunali dovrebbero così arrivare annualmente 5,3 milioni di franchi.

L'ultima parola spetta però agli aventi diritto di voto che dovranno recarsi alle urne nella seconda metà dell'anno per esprimersi in merito.

Davos è uno dei pochi comuni grigionesi che non ha ancora questa imposta, che dovrebbe essere introdotta all'inizio dell'anno prossimo. Una proposta analoga era stata chiaramente bocciata nel novembre 2009.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS