Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I cittadini di Delémont (JU) dovranno attendere il 12 aprile per conoscere il nome del loro sindaco, che succederà a Pierre Kohler (PPD). Al primo turno che si è svolto oggi, infatti, nessuno ha raggiunto la maggioranza assoluta richiesta.

In testa si è piazzato l'esponente del partito cristiano-sociale indipendente (PCSI) Damien Chappuis, che ha raccolto il 31,57% dei voti (1170), seguito con il 23% dal PPD Martial Courtet e da Esther Gelso, rappresentante di Combat socialiste, del POP e dei Verdi, con il 19,4% dei suffragi.

Il socialista Gilles Froidevaux, che puntava a recuperare la carica di sindaco persa nel 2008, è giunto solo quarto (15,6%). Nettamente distanziati il PLR Pierre Chétalat e l'UDC Jérémie Lobsinger, rispettivamente con il 7,3%) e il 3,1% dei voti. La maggioranza assoluta era fissata a 1854 voti. Partecipazione al voto: 42%.

La campagna elettorale si è svolta senza grande animazione e i sei candidati hanno ora la possibilità di ripresentarsi al secondo turno, ma si attendono eventuali rinunce e indicazioni di voto, che potrebbero anticipare quel che avverrà alle federali di ottobre, sia a destra che a sinistra. Nel frattempo la funzione ad interim di sindaco è affidata al vice, il socialista Jean-Yves Gentil.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS