Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il 2012 è stato positivo per Denner: la catena di negozi discount ha realizzato un fatturato di 2,8 miliardi di franchi, in progressione dell'1,8% rispetto ai dodici mesi precedenti. L'afflusso di clienti è aumentato del 2,5% e in espansione sono anche i punti vendita, che hanno raggiunto quota 788 (+24), ha indicato la società in un comunicato diramato nel pomeriggio.

Il presidente della direzione Mario Irminger, si dice "molto più che soddisfatto", anche alla luce dell'ampliamento della quota di mercato. "Lo sviluppo di Denner degli ultimi tre anni è eccezionale e dimostra che la nostra strategia è corretta", afferma Irminger, citato nel comunicato. "Nonostante un contesto di mercato difficile, Denner è in fase di crescita e continua a imporsi alla concorrenza", gli fa eco Dieter Berninghaus, alto dirigente della Federazione delle Cooperative Migros, organizzazione che controlla Denner.

Le filiali Denner hanno contribuito ai ricavi con 2,2 miliardi (+1,8%), mentre i satelliti Denner e i Denner Express hanno generato 649 milioni (+1,6%). Denner è numero tre del commercio al dettaglio per fatturato e al secondo posto per rete di punti vendita. Le filiali sono diventate 465, i satelliti Denner 316 e i Denner Express 7.

Denner insisterà anche nel 2013 nella sua politica dei prezzi bassi: grazie alle importazioni parallele sono stati posti in vendita a prezzi più contenuti già 11 articoli di grandi marchi, come Nescafé Gold o Nutella.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS