Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - Una donna dell'Arkansas è stata denunciata dal figlio di 16 anni per violazione della privacy, visto che dopo essere penetrata all'interno del suo conto Facebook ha scritto parole calunniose su di lui.
Come spiega la tv locale Katv, la donna sostiene di avere fatto semplicemente il suo dovere di madre, nel sorvegliare il figlio. "Se verrò condannata - ha spiegato la madre - vorrà dire che i genitori non hanno più il diritto legale di controllare i propri figli" minorenni.

SDA-ATS