Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Cittadino russo da un anno e mezzo per sfuggire alla super tassazione francese, Gerard Depardieu aprirà in ottobre un ristorante a Mosca che chiamerà 'Gerard': lo ha annunciato lo stesso attore in una intervista al tabloid Komsomolskaia Pravda, dove ha tessuto ancora una volta le lodi di Putin. "Spero che si arriverà ad aprire anche a San Pietroburgo e a Saransk", ha aggiunto la star, domiciliato nella seconda città, capitale della Mordovia. Il locale moscovita proporrà una "cucina semplice, come piace a me, piatti russi e francesi". Depardieu ha già tre ristoranti a Parigi: 'Le Bien-Décidé', 'La Fontaine Gaillon' e 'L'Ecaille de la Fontainè.

L'attore rivela anche i suoi incontri con Putin, riferendo in particolare di quanto gli ha raccontato il presidente russo a proposito delle sofferenze patite dalla sua famiglia durante l'assedio di Leningrado. "Io credo in questo uomo sul piano politico, tutto quello che fa, lo fa per la Russia", ha assicurato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS