Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nell'ambito del concorso "I più bei libri svizzeri" l'Ufficio federale della cultura (UFC) ha premiato 19 opere. Creatori, editori e produttori hanno mostrato molto interesse: sono stati inoltrati 454 volumi, una cifra record. I libri saranno presentati al pubblico dal 27 al 30 giugno al Helmhaus di Zurigo, la mostra farà poi tappa a San Gallo, a Losanna, Lavin (Engadina) e in diverse città estere.

La giuria ha valutato la concezione e l'impostazione grafica e tipografica, ponendo l'accento sull'innovazione e l'originalità, spiega l'UFC. È stata inoltre esaminata la qualità della stampa e della copertina, la realizzazione della rilegatura e i materiali utilizzati. Per la selezione contano anche le "prestazioni straordinarie nell'ambito della realizzazione e della produzione libraria". La prima edizione del concorso ha avuto luogo nel 1943 e dal 1999 l'UFC è incaricato della sua organizzazione.

L'UFC ha inoltre assegnato il premio Jan Tschichold, dotato di 15'000 franchi, al tipografo e grafico losannese François Rappo. Questo riconoscimento, attribuito dal 1998, va ad una persona o ad un'istituzione che si è particolarmente distinta nell'ambito del design di libri, precisa l'UFC.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS