Navigation

DFGP: nuovo voto a Moutier possibile in tempi relativamente rapidi

Nuovo voto a Moutier possibile in tempi relativamente rapidi KEYSTONE/PETER KLAUNZER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 22 ottobre 2019 - 17:29
(Keystone-ATS)

Passo avanti in vista della ripetizione della votazione sull'appartenenza cantonale di Moutier (BE). Ieri sera la consigliera federale Karin Keller-Sutter ha accolto le delegazioni giuriassiane e bernesi.

Dall'incontro è emerso che un nuovo voto è possibile in tempi - relativamente - rapidi poiché non sono necessarie modifiche legislative di rilievo.

In una nota, il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) ritiene tuttavia "ambiziosa" la proposta del Municipio di Moutier di chiamare i cittadini alle urne già il 21 giugno 2020, visti i lavori di preparazione ancora da realizzare.

Per la Confederazione un'organizzazione "tempestiva" della votazione è tuttavia possibile: il canton Giura ha infatti rinunciato a chiedere una modifica delle vie di diritto in caso di ricorso. Si tratterà quindi, come nel 2017, di una votazione comunale nel quadro legislativo bernese. Il previsto potenziamento del dispositivo approntato due anni fa sarà dunque attuabile senza modifiche legislative importanti.

Il 18 giugno 2017 i cittadini di Moutier avevano deciso, con una maggioranza del 51,7% e uno scarto di 137 voti, di lasciare il canton Berna per unirsi al Giura. La votazione è stata però annullata il 5 novembre 2018 dalla prefetta del Giura bernese per irregolarità in alcune prese di posizione del sindaco autonomista, per il sospetto di domicili fittizi e per irregolarità nel voto per corrispondenza. Questa decisione è stata confermata il 29 agosto dal Tribunale amministrativo del Canton Berna.

Per assicurare la regolarità del voto, il dispositivo approntato nel 2017 sarà potenziato ulteriormente. Per quanto riguarda la campagna, il Municipio ha già annunciato che il sindaco resterà in disparte. Potrebbero inoltre essere riviste le modalità del voto per corrispondenza.

Da notare che il Giura ha accettato di avviare i lavori legislativi necessari in vista dell'abolizione degli articoli 138 e 139 della sua Costituzione, come chiesto dal canton Berna. L'articolo 138, che nel 1979 non ha ricevuto la necessaria garanzia federale e pertanto non ha valore giuridico, riguarda la disponibilità del cantone ad accogliere nel suo territorio comuni del Giura bernese. Il 139 ha rappresentato la base costituzionale per l'organizzazione dello scrutinio del 2013 sullo studio volto alla creazione di un nuovo Cantone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.