Navigation

Dieselgate: Germania, ministro dei trasporti sotto attacco

Dieselgate, ancora strascichi KEYSTONE/AP dpa/CHRISTOPH SCHMIDT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 01 agosto 2017 - 12:40
(Keystone-ATS)

Il ministero dei trasporti tedesco, Alexander Dobrindt, ha replicato agli attacchi del candidato alla cancelleria SPD, Martin Schulz, che aveva definito la relazione tra motorizzazione federale (KBA) e l'industria automobilistica "assurda complicità".

Ieri i media avevano riportato la notizia, subito respinta dal portavoce del ministero dei trasporti, che il rapporto della motorizzazione federale sul dieselgate sarebbe stato manipolato proprio dalla KBA in favore delle aziende dell'auto.

Dobrindt è stato ieri sera anche bersaglio critico dell'associazione ambientalista DUH, che ha definito il ministro "non una parte della soluzione del problema ma il nucleo del problema".

L'associazione ambientalista in questione è la stessa che, con la sentenza del tribunale amministrativo di Stoccarda, è riuscita a sconfiggere per vie legali, appena qualche giorno fa, il Land del Baden-Wuerttemberg, costringendolo a cambiare il suo piano per la qualità dell'aria nella capitale del Land a partire dal 2018.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo