Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La commissaria europea Elzbieta Bienkowska

KEYSTONE/EPA/OLIVIER HOSLET

(sda-ats)

La Ue respinge le accuse sulla scarsa chiarezza della normativa sulle emissioni delle auto e rinvia le critiche direttamente alla Germania.

"La legge era chiara", sottolinea a Die Welt il commissario al mercato interno, Elzbieta Bienkowska, "gli impianti di manipolazione erano vietati". Il commissario ha evidenziato che nessuna autorità nazionale o produttore di auto ha chiesto chiarimenti sulla normativa prima dello scandalo: "sembra che non volessero sapere", aggiunge.

Secondo lo Spiegel, intanto alcuni produttori di auto tedeschi avrebbero raggiunto un intesa per ridurre le emissioni di diesel nelle vetture euro 5 ed euro 6, nell'ambito di un'intesa con il Governo che dovrebbe venire firmata il prossimo due agosto.

SDA-ATS