Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sarà l'ex direttore del Controllo federale delle finanze Kurt Grüter a dirigere l'inchiesta amministrativa in relazione al progetto Difesa terra-aria 2020. Lo ha deciso oggi il consigliere federale Guy Parmelin.

Grüter possiede "una grande esperienza nell'analisi di processi aziendali", si legge in un comunicato del Dipartimento federale della difesa (DDPS). Il rapporto finale dell'inchiesta è atteso non prima della fine di settembre.

Lo scorso 22 marzo il DDPS ha deciso di sospendere il progetto Difesa terra-aria fino alla presentazione di una panoramica globale adeguata della difesa aerea e al chiarimento delle questioni in sospeso. Contemporaneamente era stata annunciata una inchiesta amministrativa per accertare se vi siano state carenze nelle strutture, nei processi e nei controlli del progetto.

Contemporaneamente all'inchiesta amministrativa Parmelin vuole che sia fatta chiarezza sulle indiscrezioni in merito al progetto. Ha pertanto ordinato un'assunzione preliminare delle prove affinché la Giustizia militare possa indagare in merito a eventuali reati in questo ambito.

Il progetto è volto a sostituire vecchi equipaggiamenti dell'esercito. Si tratta di: sistemi missilistici leggeri "Stinger", sistema missilistico mobile "Rapier" e cannoni di portata media "DCA m" da 35 mm. Lo scorso autunno la società Thales Suisse ha ricevuto mandato dal DDPS di preparare l'acquisto del nuovo sistema.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS