Navigation

Dirigente Casa Bianca conferma pressioni Trump su Kiev

Il colonnello Alexander Vindman testimonia davanti alla Camera KEYSTONE/EPA/SHAWN THEW sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 ottobre 2019 - 16:04
(Keystone-ATS)

Prima crepa interna alla Casa Bianca nell'indagine di impeachment: il colonnello Alexander Vidman, veterano della guerra in Iraq e massimo esperto di Ucraina del National security council, ha iniziato a deporre alla Camera nonostante la diffida della presidenza.

Nella bozza delle sue dichiarazioni, dice di aver segnalato due volte ai superiori le pressioni della Casa Bianca su Kiev per far indagare i Biden, richiesta che riteneva "inappropriata", fuori dal "senso del dovere", dannosa per gli interessi Usa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.