Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il tasso di disoccupazione in Svizzera è aumentato di 0,1 punti percentuali in agosto rispetto a luglio fissandosi al 3,2%.

Una crescita analoga è stata registrata anche in Ticino, dove il tasso ha raggiunto quota 3,4%, mentre nei Grigioni la situazione è rimasta invariata (1,3%), indica una nota odierna della Segreteria di Stato dell'economia (SECO).

In totale a fine agosto si contavano in Svizzera 136'983 persone iscritte agli uffici regionali di collocamento, 3229 in più rispetto a luglio. Se confrontato con lo stesso periodo dello scorso anno, il numero di disoccupati è aumentato di 8549 unità. Il tasso di senza lavoro era allora del 3,0%.

La crescita è stata particolarmente significativa fra i giovani. Nella fascia di età che va dai 15 ai 24 anni i disoccupati sono aumentati di 3377 unità (+19,7%) rispetto a luglio, raggiungendo le 20'559 unità. Su base annua la progressione è stata di 1243 unità (+6,4%).

Il dato era atteso, dato l'afflusso di giovani che si affacciano per la prima volta sul mercato al termine del periodo di formazione, ha detto Boris Zürcher, responsabile della Direzione del lavoro presso la SECO.

L'aumento dei disoccupati ha interessato sia gli uomini (+1,7%), sia le donne (+3,3%), gli svizzeri (+3,4%) così come gli stranieri (+1,2%).

In termini di crescita percentuale i senza lavoro sono saliti in modo più pronunciato nella Svizzera romanda e in Ticino (+3,1% su base mensile) rispetto alla Svizzera tedesca (+2,0%). Nel raffronto con agosto 2014 la tendenza è invece inversa: +2,5% per le regioni francofone e italofone e +9,5% per i cantoni tedescofoni.

Fanalino di coda rimane il cantone di Ginevra con un tasso del 5,5% (stabile da un mese all'altro). Neuchâtel (5,4%) e Vaud (4,9%) accusano gli aumenti più forti di 0,2 punti e si classificano rispettivamente alla penultima e antepenultima posizione.

In cima alla graduatoria Uri (invariato) e Obvaldo (-0,1 punti), con un tasso pari allo 0,7%. La disoccupazione è rimasta stabile a Zurigo (3,4%) ed è aumentata di 0,1 punti a Berna (2,5%). Il Ticino evidenzia un incremento mensile di 0,1 punti al 3,4%, ma un calo di 0,4 punti su base annua.

Complessivamente le persone in cerca d'impiego registrate in agosto erano 192'669, 1'730 in più rispetto al mese precedente e 12'789 (+7,1%) in più rispetto al corrispondente periodo del 2014. Il numero dei posti vacanti annunciati presso gli URC è aumentato di 553 unità raggiungendo quota 10'905

La SECO ha diffuso anche i dati relativi alla disoccupazione parziale, che si riferiscono al mese di giugno. Le statistiche indicano che sono state colpite dal lavoro ridotto 5'278 persone, 145 in meno (-2,7%) rispetto al mese precedente. Il numero delle aziende interessate è diminuito di 10 unità (-1,9%), portandosi a 522. Il numero delle ore di lavoro perse è aumentato di 19'262 unità (+7,1%), portandosi a 292'350 ore.

Secondo i dati provvisori forniti dalle casse di disoccupazione, afferma ancora la SECO, sono 3'729 le persone che in giugno hanno esaurito il diritto alle prestazioni dell'assicurazione contro la disoccupazione.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS