Navigation

Disoccupazione in lieve crescita nel mese di ottobre, tasso al 2,9%

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 novembre 2011 - 09:54
(Keystone-ATS)

Peggiora leggermente la situazione sul mercato del lavoro in Svizzera: a causa della debole congiuntura il tasso di disoccupazione è salito in ottobre al 2,9% (2,8% in settembre). Il numero dei senza lavoro iscritti agli Uffici regionali di collocamento (URC) è aumentato di 3834 unità attestandosi a 115'178. In Ticino il tasso è progredito di 0,3 punti al 4,3%, nei Grigioni di 0,5 punti all'1,8%.

Rispetto all'ottobre del 2010, il numero di disoccupati è tuttavia diminuito del 17,4%, ovvero di 24'187 persone, ha precisato oggi la Segreteria di Stato dell'economia (SECO).

Con un tasso del 5,6% (+0,3 punti) Ginevra rimane il cantone più colpito dalla disoccupazione. Seguono Vaud con il 4,7% (invariato), Neuchâtel con il 4,4% (invariato) e il Ticino (6'418 senza lavoro, +477). Sono sopra la media nazionale anche il Vallese (3,5%, +0,5), Basilea Città (3,3%, invariato), il Giura (3%, invariato); il tasso di Zurigo corrisponde alla media (2,9%, invariato), tutti gli altri cantoni hanno rilevato tassi inferiori.

Complessivamente, alla fine del mese scorso, sono state contate 169'191 persone in cerca di impiego, 4'743 in più rispetto a settembre. Tale cifra comprende, oltre ai disoccupati, anche persone che partecipano a programmi occupazionali temporanei, che frequentano corsi di riconversione o perfezionamento o che percepiscono un guadagno intermedio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?