Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Ad un giorno dall'inizio dell'estate secondo il calendario astronomico, la Svizzera continua ad essere preda dell'inverno. La scorsa notte e nella giornata di oggi in montagna ha nevicato fino a 1500 metri di altitudine. Sopra i 2500 metri, nei Grigioni, a Glarona e in Vallese, sono caduti addirittura fino a 30 centimetri di neve.
Le precipitazioni più importanti si sono avute nelle Prealpi e nella Svizzera orientale, ha spiegato SF Meteo, mentre ad Arosa sono caduti 5 centimetri di neve, ha indicato Meteonews. Su numerosi passi alpini - il Susten, la Flüela, il San Gottardo, il Bernina, il Forno, l'Umbrail, il Julier, la Forcola di Livigno e il Grimsel - si osservano inoltre condizioni di innevamento invernali.
All'origine delle temperature basse, con massime che oggi a nord delle Alpi hanno toccato i 12-13 gradi centigradi in pianura e a sud i 20, ci sono correnti fredde in provenienza da nordovest, non del tutto inusuali per questo periodo dell'anno, hanno indicato i meteorologi.

SDA-ATS