Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In materia di donazione di organi - in Svizzera ce n'è un gran bisogno - la Commissione della sanità pubblica del Consiglio degli Stati ritiene che solo coloro che lo indicano esplicitamente debbano poterlo fare. Con 9 voti contro 3, ha bocciato oggi l'idea di passare al modello del "consenso presunto", una soluzione già approvata dal Consiglio nazionale, ma che non piace al Consiglio federale.

La decisioni di donare o meno un organo solleva questioni di principio e di etica, tanto nel donatore quanto nei suoi famigliari, secondo la maggioranza della commissione. Meglio quindi restare ancorati al modello attuale, che richiede il consenso esplicito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS