Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ventotto persone sono state arrestate nell'ambito delle indagini sul linciaggio giorni fa a Kabul di una giovane donna accusata ingiustamente di aver bruciato una copia del Corano. Contro di loro è stato aperto un procedimento.

In un comunicato, il ministero dell'Interno ha confermato che il caso sarà seguito attentamente, anche per ordine del presidente Ashraf Ghani che ha costituito una speciale commissione di inchiesta formata da esperti di varia estrazione.

Da parte sua il portavoce della Procura, Basir Azizi, ha chiarito che in tutto vi sono 46 persone implicate nell'omicidio della donna, fra cui 19 membri della polizia che hanno assistito al linciaggio senza muovere un dito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS