Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Svolta nelle indagini su un omicidio avvenuto il 21 giugno 1987 a Karlsruhe, in Germania, in cui rimase vittima una 25enne italiana.

Stando a quanto comunicato venerdì dalla procura tedesca - e ripreso oggi dalla questura di Trento - un uomo di 47 anni si è costituito alla polizia di Basilea e ha ammesso di essere il responsabile della morte della giovane, trovata legata e strangolata in un bosco nei pressi di Karlsruhe, non lontano dal luogo dove era in corso un concerto di Tina Turner.

L'uomo, che dopo la confessione è stato estradato in Germania, si trova in detenzione preventiva. È già stato più volte interrogato, rende noto la procura. Il movente del delitto non è ancora chiaro, ma non è esclusa la pulsione sessuale. Ora si attendono le verifiche del DNA per fare piena luce sulla vicenda.

La vittima era emigrata in Germania dove viveva e lavorava come cameriera. All'epoca del fatto di sangue alcuni testimoni oculari avevano notato un giovane aggirarsi nella zona del delitto e fu anche fatto un identikit dell'assassino. Le indagini della polizia, però, non approdarono a nessun risultato. Pochi giorni dopo il delitto l'assassino sarebbe fuggito in Svizzera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS