Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

All'indomani della bocciatura popolare del Gripen, si torna a parlare di alternativa. A margine di una conferenza stampa al Salone dell'aviazione commerciale a Ginevra, il direttore generale della francese Dassault Aviation, Eric Trappier, ha affermato che l'offerta iniziale del caccia Rafale fatta alla Svizzera non è più valida, ma potrebbe ridiventarlo. Basta farne richiesta.

"Gli svizzeri conservano i loro F/A-18, che sono la base della loro difesa aerea, ma la questione riguardava la sostituzione degli F5", ha sottolineato Trappier. L'offerta francese non esiste più ma se Berna dovesse farsi avanti verrebbe presa in considerazione. "A questo stadio tuttavia la questione è prematura", ha aggiunto, precisando che "è difficile commentare un fatto interno alla Svizzera".

Il dirigente del gruppo francese, che costruisce sia jet commerciali quali il Falcon sia da combattimento come il Rafale, ha detto di ritenere che nel responso popolare hanno senza dubbio pesato coloro che erano contro i caccia in generale e coloro che erano contro il Gripen in particolare.

Trappier ha rilevato che lo svedese Gripen è ancora allo stadio di sviluppo nella versione che era stata scelta dalla Svizzera, contrariamente al Rafale e all'Eurofighter, che rappresentano "soluzioni senza rischi, in quanto operativi nelle loro forze armate. Ciò può aver preoccupato una parte di chi ha votato contro i Gripen", ha concluso il dirigente francese.

Prima della votazione il ministro della difesa Ueli Maurer aveva insistito sul fatto che "non c'è un piano B". Le forze aeree elvetiche dispongono oggi di 86 aerei da combattimento: 32 F/A-18, che saranno impiegati almeno fino al 2030 e 54 F-5 Tiger che, secondo il Consiglio federale, "non possiedono un sistema radar performante e non possono utilizzare tutti i tipi di missili guidati". Inoltre vengono impiegati solo di giorno in condizioni di buona visibilità.

SDA-ATS