Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La presidente della Confederazione Doris Leuthard (foto d'archivio)

KEYSTONE/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

La presidente della Confederazione Doris Leuthard si è recata oggi a Tbilisi per incontrare il presidente georgiano Giorgi Margvelashvili e il primo ministro Giorgi Kvirikashvili.

La visita è stata l'occasione per festeggiare il 25esimo anniversario delle relazioni diplomatiche fra i due Paesi, scrive in una nota la Segreteria generale del Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC).

Le due parti hanno discusso in merito a un'intensificazione delle loro relazioni, mettendo in luce le aspettative legate all'Accordo di libero scambio tra la Georgia e l'Associazione europea di libero scambio (AELS), della quale, oltre alla Svizzera, fanno parte anche Islanda, Liechtenstein e Norvegia. Per Berna, l'intesa entrerà presumibilmente in vigore la prossima primavera, ricorda il DATEC.

Esiste un grande potenziale di estensione dei rapporti a livello economico in settori quali il trasporto, il turismo, la logistica e l'energia, si legge nel comunicato. Leuthard ha sottolineato l'importanza che la Svizzera conferisce agli scambi internazionali tra regioni di montagna, a maggior ragione tenendo conto delle sfide legate al cambiamento climatico. Ciò è confermato dall'attuale strategia di cooperazione per il Caucaso meridionale, i cui obbiettivi sono lo sviluppo economico sostenibile e inclusivo, istituzioni democratiche efficaci e la sicurezza umana.

Altro tema dibattuto è stato quello dei buoni uffici della Svizzera sull'asse Georgia-Russia. Dal 2009, precisa il DATEC, la Confederazione in qualità di potenza protettrice rappresenta gli interessi diplomatici dei georgiani a Mosca e dei russi a Tbilisi. La collaborazione in entrambi i sensi è definita "eccellente".

Durante i colloqui si è pure parlato della cooperazione tra Svizzera e Georgia a livello internazionale, delle relazioni dello Stato del Caucaso con l'Unione europea e lo spazio Schengen, oltre che dell'iniziativa "Belt and Road" (la cosiddetta Nuova Via della Seta), lanciata dal presidente cinese Xi Jinping.

Leuthard si è inoltre intrattenuta con rappresentanti di imprese elvetiche attive nel Paese e ha deposto una corona al memoriale nella Piazza degli eroi della capitale georgiana. Ha poi visitato il Parlamento e discusso con il suo presidente Irakli Kobakhidze.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS