Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Emmanuel Macron riceverà Doris Leuthard il 3 luglio a Parigi.

KEYSTONE/EPA/ETIENNE LAURENT

(sda-ats)

La presidente della Confederazione Doris Leuthard sarà ricevuta dal presidente francese Emmanuel Macron il 3 luglio a Parigi. I due statisti dovrebbero affrontare questioni fiscali.

Il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) diretto dalla Leuthard ha confermato all'ats la notizia della visita ufficiale data oggi dal quotidiano economico romando "L'Agefi". Dominique Bugnon, responsabile dell'informazione del DATEC, ha detto che i dettagli sul programma verranno resi noti più tardi.

Secondo "L'Agefi" i due presidenti affronteranno questioni che riguardano la fiscalità e diversi temi bilaterali di attualità. All'incontro parteciperà il segretario di Stato Jörg Gasser, addetto alle questioni finanziarie internazionali del Dipartimento federale delle finanze (DFF).

Il 30 maggio, l'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) ha comunicato di aver sospeso l'assistenza amministrativa e giudiziaria con la Francia in ambito fiscale per problemi di tutela della segretezza dei dati. La questione è relativa a una domanda presentata da Parigi in relazione a dati di UBS. La banca ha notato che le autorità francesi potrebbero trasmettere ad altri informazioni riservate. Berna ha quindi chiesto di garantire che il materiale sia usato solo per gli scopi previsti dall'accordo di assistenza fra i due paesi.

Pochi giorni dopo, il 6 giugno, il Consiglio federale ha minimizzato i contrasti sullo scambio di dati bancari, sottolineando che l'assistenza amministrativa non è formalmente sospesa: le procedure sono confidenziali ed emergono sempre domande che necessitano chiarimenti. Inoltre quello francese non sarebbe un caso isolato.

Sempre stando al giornale romando, le tasse di successione saranno un altro tema su cui discuteranno i due presidenti. La Francia ha infatti revocato l'accordo con la Svizzera alla fine del 2014, dopo che il parlamento elvetico aveva bocciato una revisione negoziata dal Consiglio federale. Dal 2015 i due paesi sono quindi senza convenzione per la doppia imposizione e le eredità.

Emmanuel Macron l'11 luglio sarà a Losanna per sostenere la candidatura di Parigi alle olimpiadi del 2024.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS