Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Entro due settimane, il dossier croato dovrebbe sbloccarsi. Lo ha dichiarato oggi il presidente della commissione affari esteri del Parlamento europeo, il tedesco Elmar Brok, in visita a Berna dove si è intrattenuto per un ora e mezzo con i membri della commissione di politica estera del Consiglio nazionale (CPE-N).

Tuttavia, ha precisato Brok, la proposta escogitata va considerata quale soluzione a breve termine. A medio-lungo termine, bisognerà trovare una soluzione in merito alla libera circolazione tra la Svizzera e gli Stati membri dell'Ue che rispetti le 4 libertà fondamentali dell'unione.

Dopo il sì popolare il 9 di febbraio scorso all'iniziativa UDC contro l'immigrazione di massa, Berna ha deciso di non sottoscrivere il protocollo per l'allargamento della libera circolazione a Zagabria. Tuttavia, per non discriminare i Croati, Berna ha proposto di estendere lo stesso la libera circolazione a questo paese. Il protocollo già firmato prevedeva, come già in passato per altri Stati Ue, l'adozione di contingenti per un certo numero di anni.

Martedì, durante una riunione a livello di ambasciatori a Bruxelles, si è deciso di rinviare al 29 aprile una decisione definitiva su richiesta della Gran Bretagna. Londra ha infatti chiesto alcuni chiarimenti sull'intesa tra Berna e Zagabria. Stando a Brok, si tratta di difficoltà che dovrebbero essere superate.

Il presidente della CPE-N, Carlo Sommaruga (PS/GE) ha detto che ci sono segnali incoraggianti provenienti dall'Ue su questo dossier. In futuro, tuttavia, bisognerà trovare una soluzione che tenga conto sia del voto popolare che delle esigenze dell'Ue.

A tale proposito, sia Sommaruga che Brok hanno accennato a un pacchetto globale sul quale Berna e Bruxelles potrebbero intavolare negoziati. Brok ha parlato di un pacchetto che includa settori di interesse comune come i media o la salute. Proposte da parte della Confederazione dovrebbero essere pronte per giugno.

SDA-ATS