Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LOSANNA - La polizia vodese ha smantellato al termine di dieci mesi di inchiesta una rete di trafficanti accusati di aver smerciato in Svizzera 50 chilogrammi di cocaina per un valore di 5,5 milioni di franchi. In totale sono state arrestate 17 persone. Uno dei cervelli della banda era un nigeriano residente nella regione losannese.
Le indagini sono scattate nel maggio del 2009, dopo che i servizi doganali svizzeri hanno rinvenuto 3,2 chilogrammi di stupefacente su un TGV Parigi-Losanna. L'inchiesta, affidata al giudice istruttore vodese Jean-Luc Reymond, si è subito estesa alla Francia e all'Olanda, dove venivano reclutati i corrieri della droga.
Le persone finite in manette sono 14 africani, una svizzera di origini camerunensi e due polacchi. Due di loro sono detenute in Francia e Olanda in attesa di estradizione. Nel corso dell'operazione sono stati sequestrati 15 chilogrammi di droga e 80 mila franchi in contanti.

SDA-ATS