Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Vent'anni dopo un furto con scasso a Dulliken (SO), che aveva causato la morte di un pensionato 80enne, il ministero pubblico solettese ha incolpato di assassinio un serbo di 50 anni

All'epoca dei fatti - la notte del 31 luglio 1993 - l'inchiesta non aveva dato risultati e l'omicidio era rimasto senza responsabili, ma nel 2008 il caso era stato riaperto sulla base di nuovi elementi. Ora l'indagine penale nei riguardi del serbo è ultimata, ha fatto sapere la procura solettese, secondo cui l'atto criminoso è stato compiuto in modo "brutale e perfido".

L'imputato, che da un anno si trova in detenzione preventiva, nega di aver ucciso il pensionato, ammettendo di essere stato presente sul luogo del crimine. Al momento dell'arresto aveva invece negato di aver reso parte al furto. Una seconda indagine penale sullo stesso caso è aperta nei confronti di un altro serbo di 61 anni, che era in detenzione preventiva per un caso diverso dal presente, ma che in estate è stato rilasciato a seguito di un ricorso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS