Navigation

Duma approva emendamento salva-Putin

Il leader del Cremlino Vladimir Putin. KEYSTONE/EPA/ALEXEY NIKOLSKY / SPUTNIK / KREM sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 10 marzo 2020 - 14:34
(Keystone-ATS)

La Duma - la camera bassa del Parlamento russo - ha approvato l'emendamento-Tereshkova che propone di eliminare il limite del mandato presidenziale dalla Costituzione, permettendo così a Vladimir Putin (in teoria) di presentarsi alle elezioni dopo il 2024.

Lo riporta la Tass. Putin si è detto oggi contrario all'abolizione dei limiti, sottolineando che se le camere dovessero approvare l'emendamento - proposto da Valentina Tereshkova, la prima donna a viaggiare nello spazio - e i cittadini dovessero avallarlo con il voto, la Corte Costituzionale dovrebbe essere chiamata a esaminarlo.

Il testo di modifica costituzionale è in corso di seconda lettura alla Duma. Poi sarà la volta della terza, del passaggio al Senato e ai consigli regionali. Quindi la firma presidenziale e il voto nazionale, previsto per il 22 aprile.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.