E' giapponese il nuovo campione mondiale della pasta

Il cuoco giapponese al momento della premiazione. sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 12 ottobre 2019 - 14:44
(Keystone-ATS)

E' del Sol Levante il nuovo campione del mondo della pasta 2019: lo chef giapponese Keita Yuge ha infatti battuto a Parigi, presso il Pavillon Cambon, i migliori chef under 35 del mondo rappresentanti di 14 Paesi.

La competizione si è svolta davanti a una platea di oltre 350 ospiti internazionali tra giurati, foodies, media e operatori del settore nell'atto conclusivo della Barilla Pasta World Championship.

Il tema della competizione, giunta all'ottava edizione, è stato "The Art of Pasta". La scelta della Capitale francese come sede della gara è stata motivata invece dal fatto che la città transalpina al meglio incarnava il tema della competizione per la sua ricchezza di cultura, arte e gastronomia e per il 50/o anniversario di Barilla in Francia.

Il cuoco giapponese, con esperienze in ristoranti di Parigi (G. Savoy), Tokyo (Chez Inno), Osaka (Quinto Canto) e Yokoama (Salone 2007), ha vinto il titolo di Master of Pasta 2019 con la ricetta "Penne al gorgonzola al profumo giapponese". Il piatto- giudicato da operatori ed esperti del settore come "la perfetta sintesi tra dieta mediterranea e tradizione culinaria orientale", esprime la componente orientale con una salsa alle ostriche e aroma di "Sake, Sansho, Yuzu" giapponese e dall'aggiunta del Sake alla salsa al gorgonzola.

"Sono orgoglioso - ha commentato lo chef Keita Yuge - di essere il nuovo "Barilla Master of Pasta", il mio desiderio è trasmettere alle nuove generazioni tutta la conoscenza e la tecnica che ho appreso in questi anni". Keita Yuge ha ricevuto come premio una scultura originale in bronzo, ispirata alla trafila della pasta.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo