Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il virus Ebola che ha scatenato l'epidemia scoppiata in Guinea è di un ceppo totalmente nuovo, e non è stato importato da altri paesi africani. Lo hanno stabilito le analisi, pubblicate dal New England Journal of Medicine, coordinate dall'Institute for Tropical Medicine di Amburgo.

I ricercatori si sono basati sull'analisi genetica di 30 campioni di sangue prelevati in Guinea, e dal confronto con quelli conosciuti è emerso che il ceppo è 'autoctonò, anche se ancora non si conosce la fonte precisa del contagio.

"Il virus non è lo stesso che ha colpito il Congo - scrivono gli autori - e probabilmente si è evoluto parallelamente agli altri a partire da un antenato comune. Continuiamo la ricerca di quale possa essere il serbatoio, probabilmente animale, da cui si è sviluppata l'epidemia".

Intanto secondo l'ultimo bollettino dell'Oms sono 168 le persone colpite dal virus in Guinea e 108 i morti. In Liberia ci sono 26 casi con 13 morti mentre Mali e Sierra Leone per ora non hanno casi confermati. "L'Oms - scrive l'agenzia - non ritiene necessarie per ora restrizioni ai movimenti di merci e persone nei paesi interessati".

SDA-ATS