Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un vaccino sperimentale contro il virus Ebola verrà sperimentato sull'uomo entro quest'anno. Lo hanno annunciato con un comunicato ufficiale la multinazionale britannica GlaxoSmithKline (GSK), che lo sta sviluppando, e il National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Niaid) statunitense.

Secondo la nota i test inizieranno "entro quest'anno", mentre in caso di esito positivo il vaccino non potrà comunque essere disponibile prima del 2015. "Bisogna ricordare che è ancora all'inizio dello sviluppo - ricorda GSK - ed ha ancora una lunga strada da fare".

Il vaccino si basa su un virus degli scimpanzé ingegnerizzato con due geni di Ebola. Una volta arrivato nelle cellule, il vaccino, che fa parte dei prodotti in sviluppo della compagnia Okairos acquisita lo scorso anno da GSK, genera la risposta immunitaria.

Il vaccino è uno di quelli in sviluppo nel mondo, tutti con buoni risultati sugli animali ma non testati sull'uomo, stessa situazione anche per diverse terapie, fra cui il siero ZMapp usato sui due missionari americani e su quello spagnolo colpiti dal virus.

Oggi l'Organizzazione mondiale della sanità riunisce a Ginevra un comitato di bioeticisti, scienziati ed esperti dei paesi colpiti per decidere sulla possibilità di utilizzare i trattamenti sperimentali nell'epidemia in corso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS