La riunione dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) sull'ebola ha identificato "due promettenti" candidati vaccini. Se risulteranno sicuri potrebbero essere disponibili in novembre ed essere usati in modo prioritario presso il personale sanitario e medico.

Lo ha affermato la direttrice generale aggiunta dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) Marie Paule Kieny in una conferenza stampa al termine di una riunione di oltre 200 esperti a Ginevra.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.