Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente di Economiesuisse, Heinz Karrer, è favorevole ad un secondo seggio per l'UDC nel Consiglio federale. Una ripartizione che tenga conto della concordanza aritmetica è "imperativa", ha affermato senza indicare favoriti.

"L'UDC deve ricevere due seggi in virtù della formula magica", ha affermato Karrer in un'intervista pubblicata oggi dal domenicale "NZZ am Sonntag". "Abbiamo sempre detto che bisogna applicare la concordanza e dunque la formula magica". Questa rivendicazione si è accentuata con le elezioni del 18 ottobre, ha aggiunto. "I tre più grandi partiti hanno diritto a due seggi e il quarto ad uno".

Per il presidente di Economiesuisse, ciò è necessario, perché gli svizzeri auspicano che "il Consiglio federale trovi soluzioni collettivamente". Per questo Karrer chiede all'UDC "di rispettare la concordanza e di impegnarsi in modo costruttivo".

Interrogato sul suo candidato preferito, ha affermato di lasciare questa scelta ai politici. Ma viste le grandi sfide che attendono il Dipartimento delle finanze, attualmente diretto dalla PBD grigionese Eveline Widmer-Schlumpf, ritiene che questo debba restare in mani borghesi.

Karrer inviata a tener conto degli interessi economici nell'applicazione dell'articolo costituzione relativo all'iniziativa contro l'immigrazione di massa approvato il 9 febbraio del 2014. Ribadisce di militare di nuovo fortemente per l'applicazione di una clausola di salvaguardia che permetterebbe di limitare l'immigrazione pur salvaguardando gli accordi bilaterali con l'Unione europea. "Vari esponenti UDC si sono espressi in modo costruttivo" su un simile approccio, ha concluso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS