Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Associazione ecologia e popolazione (Ecopop) ha querelato per diffamazione i due consiglieri nazionali ginevrini Maria Roth-Bernasconi (PS) e Antonio Hodgers (Verdi).

I due deputati sono accusati di aver associato al nazionalsocialismo e all'eugenetica, in dichiarazioni alla stampa, l'iniziativa Ecopop contro la sovrappopolazione.

La denuncia è stata inoltrata oggi alla Procura distrettuale argoviese di Brugg-Zurzach, ha indicato all'ats Albert Fritschi, portavoce di Ecopop. L'associazione chiede nel contempo la revoca dell'immunità parlamentare per i due ginevrini.

Lo scorso agosto, in un blog politico della stampa romanda e svizzerotedesca, Maria Roth-Bernasconi aveva accusato il comitato d'iniziativa di avere mire "eugeniche" - aventi cioè per fine il 'miglioramento della stirpe' - con "pretesti pseudo ecologici". Hodgers - interpellato dai quotidiani romandi "Tribune de Genève" e "24 heures" - aveva parlato dal canto suo di "nazional-ecologismo", con un riferimento esplicito al nazional-socialismo.

I due politici, sostiene Ecopop, sono perfettamente informati e documentati sugli scopi dell'iniziativa. Le loro dichiarazioni miravano dunque a suo avviso chiaramente a screditare gli autori del testo.

L'iniziativa "Stop alla sovrappopolazione" è stata lanciata nella primavera del 2011. Essa mira a limitare l'aumento della popolazione residente permanente dovuto alle migrazione allo 0,2% all'anno. Il testo chiede parallelamente che almeno il 10% dei fondi stanziati per la cooperazione svizzera allo sviluppo vengano assegnati alla pianificazione familiare volontaria.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS