Il presidente dell'Ecuador Lenin Moreno ha decretato il coprifuoco nella capitale Quito che è presidiata dai militari a partire dalle 15.00 ora locale (le 22.00 di ieri sera in Svizzera). Lo riportano media internazionali.

La misura, decisa dopo le violente manifestazioni di ieri - undicesimo giorno di proteste contro le misure d'austerità imposte dal governo - fa seguito al coprifuoco parziale notturno che era stato deciso quattro giorni fa nell'ambito dello stato d'emergenza imposto per 30 giorni.

La polizia ha lanciato gas lacrimogeni contro i dimostranti che hanno assaltato mercati e hanno attaccato con bombe molotov l'ufficio dell'Ispettorato generale delle Finanze dove è scoppiato un incendio. La zona è stata evacuata dalle forze dell'ordine.

Intanto, di fronte al vigore delle proteste, entrate in Ecuador nell'11esimo giorno, con gravi scontri a Quito e pesanti riflessi sull'economia del Paese, il presidente Lenin Moreno ha annunciato di aver deciso di rivedere alcune parti del pacchetto di misure di austerità annunciate il 2 ottobre scorso, fra cui l'azzeramento dei sussidi al carburante.

Nonostante gli appelli al dialogo, la tensione è stata al massimo nella capitale, con una paralisi praticamente completa della circolazione stradale.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Come votano gli Svizzeri all'estero? Partecipa al sondaggio SSR !

Come votano gli Svizzeri all'estero? Partecipa al sondaggio SSR !

Come votano gli Svizzeri all'estero? Partecipa al sondaggio SSR !

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.