Navigation

Edelweiss torna a volare verso le mete delle vacanze

Lassù nell'azzurro, in viaggio dove c'è mare e sole. KEYSTONE/CHRISTIAN MERZ sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 maggio 2020 - 14:00
(Keystone-ATS)

Dopo quasi due mesi di pausa forzata causata dal coronavirus Edelweiss torna a volare con vacanzieri: la compagnia aerea elvetica ripartirà da domani con destinazioni in Portogallo, Italia meridionale, Kosovo, Croazia e Macedonia del Nord.

I tassi di occupazione sono rallegranti, ha indicato all'agenzia Awp il portavoce Andreas Meier. Circa un terzo dei velivoli sono prenotati. "La gente ha voglia di vacanze, lo sentiamo".

A seconda di come si svilupperà la situazione globale, in giugno verranno attivate altre destinazioni in Grecia, Turchia, Cipro, Egitto e Spagna. Entro la fine del sesto mese dell'anno sono previsti 171 voli verso 36 destinazioni.

L'orario sarà comunque adattato man mano, poiché molto dipende ancora dalle restrizioni di viaggio imposte dai vari Paesi. Affinché i clienti possano pianificare al meglio i loro viaggi, Edelweiss continua a garantire un cambio di prenotazione flessibile e gratuito.

L'ultimo volo di linea è stato effettuato da Edelweiss il 3 aprile: da allora la maggior parte della flotta di apparecchi è rimasta a terra. Vi sono però anche stati occasionali voli di rimpatrio e cargo.

Edelweiss è stata fondata nel 1995 e ha sede all'aeroporto di Zurigo. Dal primo novembre 2008 fa parte del gruppo Lufthansa. A fine dicembre dava lavoro a 1124 persone, fra cui 260 piloti e 683 altri membri dell'equipaggio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.