Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I portali online delle reti radiotelevisive della SSR superano già oggi i limiti fissati dalla legge e non vanno in alcun modo potenziati. Lo sostiene una perizia legale presentata oggi a Zurigo dall'associazione degli editori "Media Svizzeri".

L'autore della perizia, il giurista Urs Saxer, arriva alla conclusione che il mandato di servizio pubblico della SSR SRG è limitato ai soli programmi delle radio e delle tv. La Costituzione prevede che l'ente pubblico radiotelevisivo limiti le sue attività negli altri settori, in favore dei media privati ed in particolare degli organi di stampa.

Gli editori svizzeri combattono da tempo l'estensione delle offerte informative su internet della SSR. Sulla base della nuova perizia, ribadiscono la richiesta rivolta al Consiglio federale di mantenere un divieto per la pubblicità sui portali dell'ente pubblico.

La SSR ritiene da parte sua di essere in regola. Tutti gli accertamenti finora eseguiti dall'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) mostrano che le offerte online rispettano sia la legge che la concessione, scrive in una nota l'ente pubblico radiotelevisivo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS