Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministero dell'Interno egiziano ha negato che un 14 enne arrestato sia stato torturato dagli agenti per fargli confessare informazioni sui Fratelli Musulmani, come ha denunciato Amnesty International.

L'organizzazione ha riferito che il ragazzo, posto in stato di detenzione, era stato stuprato e poi torturato dalla sicurezza nazionale con scosse elettriche ai genitali.

Il ministero ha affermato che dopo un esame sul corpo del ragazzo non sono state riscontrate tracce di tortura. Lo riporta la Mena.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS