Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Egitto ha annunciato un parziale raddoppio del canale di Suez per evitare che in un tratto di 72 chilometri (sui 193 in totale) la navigazione resti a senso unico alternato. L'annuncio è stato dato in diretta tv a Ismailia dal presidente dell'Authority che gestisce il canale, Mohab Mamish.

Lo strategico canale artificiale navigabile, ad ovest della penisola del Sinai, è stato scavato per permettere la navigazione dall'Europa all'Asia senza la necessità di circumnavigare l'Africa.

Il parziale raddoppio del canale di Suez rappresenta un terzo del valore (4 miliardi di dollari) di un progetto da 12 miliardi che comprende fra l'altro tunnel, cantieri navali, "stazioni di servizio" per i cargo ma anche resort per passeggeri, ha precisato Mamish.

Il canale parallelo, ha precisato ancora il dirigente, ridurrà il periodo di attesa delle navi da undici a tre ore riducendo gli enormi costi causati agli armatori dai ritardi e aumentando gli introiti per l'Egitto (+2,59% la stima minima). Il generale ha annunciato che l'esercito sarà incaricato di eseguire, in un anno, lo scavo del nuovo canale.

L'idea del parziale raddoppio del canale risale ai tempi del presidente-rais Hosni Mubarak ed era stato rilanciato sotto il presidente Mohamed Morsi che però era stato bersagliato da critiche perché sembrava che l'appalto sarebbe stato dato al Qatar, il maggiore alleato del leader politico dell'ormai bandita Fratellanza musulmana.

In un discorso alla cerimonia di presentazione, il presidente Abdel Fattah al-Sisi ha sottolineato che il nuovo progetto è diverso da quello del "vecchio regime". Il finanziamento sarà realizzato con l'emissione di azioni acquistabili solo dagli egiziani, ha annunciato il presidente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS