Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un posto di polizia nel nord ovest dell'Egitto è stato attaccato, messo a fuoco e alcuni agenti sono morti: lo riferiscono media egiziani citando un portavoce del ministero dell'Interno che non ha precisato il numero delle vittime.

L'attacco è stato portato nella zona di Marina El Alamein, ad ovest di Alessandria, sulla strada costiera che è stata bloccata per agevolare la caccia agli assalitori per ora sconosciuti.

Secondo il sito dell'autorevole quotidiano Al-Ahram che cita il portavoce del ministero dell'Interno, Hani Abdel Latif, si è trattato di uno scontro a fuoco tra forze di sicurezza e terroristi che ha fatto un imprecisato numero di vittime da entrambe le parti quello consumatosi stasera nel nord dell'Egitto.

Altre fonti confermano che ad essere attaccato è stato un posto "di blocco" della polizia e auto sono andate a fuoco a seguito del lancio di un ordigno.

Lo scontro è avvenuto su una via molto trafficata che collega diversi resort turistici molto popolari, riferisce Al-Ahram. In precedenza un assistente del ministro dell'Interno aveva detto che a morire erano stati tre terroristi e un poliziotto. Il funzionario aveva riferito che le forze sicurezza stavano intervenendo per bloccare un'auto piena di armi ed esplosivi sulla strada Matrouh-Alamein che, proseguendo, porta in Libia.

L'Egitto è alle prese con il terrorismo islamico soprattutto nel Sinai, nell'est. L'incidente ha rilievo perché accaduto nel settore del paese che confina con la Libia ormai quasi fuori controllo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS