Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Rischia cinque anni di prigione Albert Saber, il giovane copto arrestato il 13 settembre scorso al Cairo con l'accusa di avere postato su Facebook il trailer del film su Maometto, di "blasfemia" e "incitamento all'ateismo".

Il processo che si è aperto oggi davanti alla corte correzionale del cairo riprenderà il 17 ottobre. Saber uno studente venticinquenne, rimarrà in carcere, dove secondo alcuni blogger è stato aggredito da detenuti musulmani e dove ha cominciato la scorsa settimana uno sciopero della fame.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS