Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ancora condanne contro i Fratelli musulmani. Un tribunale egiziano ha inflitto 15 anni di carcere a 37 sostenitori della Confraternita accusati di avere assaltato e danneggiato una stazione della metropolitana a Giza nella grande metropoli del Cairo lo scorso dicembre.

Gli addebiti nei confronti dei condannati riguardano anche possesso di armi, resistenza alle autorità e appartenenza ad un'organizzazione terrorista.

Lo riferisce il sito in inglese del sito al Ahram. Intanto altri 65 pro-Morsi sono stati rinviati a giudizio a Damietta nel Delta del Nilo per scontri avvenuti tra dicembre e gennaio scorso e per avere partecipato a manifestazioni non autorizzate.

SDA-ATS