Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mohamed El Baradei, 68 anni, l'ex direttore generale della Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (Aiea), premio Nobel per la Pace nel 2005, è "disponibile" ad assumere la presidenza dell'Egitto "per un periodo di transizione che faccia da 'ponte' verso la democrazia": lo ha detto lo stesso El Baradei in un'intervista esclusiva rilasciata al giornalista della Cnn Fareed Zakaria.

Secondo El Baradei, "quello in atto da parte del presidente Mubarak non è che il disperato tentativo di restare al potere, ma è chiaro che il popolo non lo vuole più". "Mubarak deve lasciare - ha detto El Baradei nell'intervista alla CNN - per il bene dell'Egitto. È necessario avviare un periodo di transizione affidato ad un governo di salvezza nazionale, che possa traghettare il Paese verso elezioni democratiche". "Un governo di unità nazionale - ha aggiunto - è fondamentale e urgente, dopo anni di dittatura brutale".

Secondo Mohamed El Baradei, il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, dovrebbe dire al presidente dell'Egitto, Hosni Mubarak, di lasciare la presidenza "per il bene del Paese". "Se non già oggi, domani, ma credo che Obama dovrebbe Chiedere a Mubarak di dimettersi" ha detto El Baradei intervistato dalla Cnn.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS