"Coloro che restano in silenzio davanti a questo massacro sono colpevoli tanto quanto chi lo ha compiuto. Il Consiglio di sicurezza dell'Onu deve riunirsi rapidamente". Lo ha detto il premier turco Recep Tayyip Erdogan sulla repressione delle piazze pro-Morsi in Egitto.

"È stato un gravissimo massacro contro il popolo egiziano che non faceva altro che manifestare pacificamente", ha detto Erdogan. "Abbiamo sempre detto che si trattava chiaramente di un colpo di Stato, ma l'Occidente ha preferito parlare di un'interferenza", ha proseguito il premier turco, uno dei principali sostenitori del presidente egiziano Mohamed Morsi deposto dai militari il 3 luglio scorso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.