Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

IL CAIRO - Per la prima volta dal 1981, anno dell'entrata in vigore del provvedimento dopo l'assassinio del presidente Anwar Al Sadat, il governo egiziano ha chiesto un ulteriore rinnovo per due anni dello stato di emergenza nel Paese e delle leggi connesse, limitandone però l'applicazione ai reati di terrorismo e di traffico di droga.
Lo ha annunciato oggi, in una conferenza stampa destinata prevalentemente alla stampa straniera, il ministro per gli affari dell'Assemblea del Popolo, Mofid Shehab, secondo il quale il primo ministro, Ahmed Nazif, presenta oggi allo stesso Parlamento la richiesta di proroga per due anni. Nello stesso momento davanti agli edifici del Parlamento si è svolta una manifestazione proprio contro la proroga dello stato di emergenza.

SDA-ATS